cerca

Via Condotti nella top degli affitti più cari La Capitale fa segnare il maggior incremento delle locazioni in Italia rispetto all'anno scorso

Ma la romana via Condotti guadagnarsi la palma italiana per la crescita maggiore, rispetto al 2002, nella classifica degli affitti.
Nella capitale mondiale dello shopping, la Fifht Avenue, il prezzo al metro quadro di spazi a uso negozio raggiunge anche i 7967 euro l'anno. Da giugno 2002 a giugno 2003, sulla celebre via di New York, gli affitti sono cresciuti del 21%, anche grazie all'apertura di nuovi spazi come il negozio di Salvatore Ferragamo, subentrato a Banana Republic, quello di Bottega Veneta, che ha sostituito le insegne di Club Monaco e lo store di Yves Saint Laurent al posto di Levìs.
Al secondo posto, con 6287 euro al metro quadrato, i celebri Champs Elysees parigini, cui segue la Cauaseway bay di Hong Kong. Quarta la londinese Oxford Street, quinto il Pitt Street Mall di Sydney. Particolarmente 'calientì anche le vie dello shopping di Madrid, salita al 16esimo posto, guadagnando sette posizioni rispetto al 2002, e di Praga, che ha scalato sette gradini in un solo anno.
Dopo Montenapoleone, le vie più care, secondo la classifica nazionale, sono corso Vittorio Emanuele e via della Spiga, ancora a Milano, le romane via dei Condotti, via del Corso, via Cola Di Rienzo, la bolognese Galleria Cavour, la napoletana via Toledo e la torinese via Roma. Via Montenapoleone, ha guadagnato tre posizioni, risalendo all'undicesimo posto nella classifica mondiale, con una crescita del 4,8% degli affitti che porta la media a 1950 euro annui a metro quadrato. Rispetto al 2002, però, in Italia, è la romana via Condotti quella che è cresciuta di più, con un aumento dell'8,5%.
Per quanto riguarda il nostro paese, «il mercato delle proprietà commerciali ha iniziato a rallentare nel corso del 2003 - spiega Marco De Stefani, partner Cushman and Wakefield Healey and Baker - nonostante gli affitti per spazi primari moderni abbiano mantenuto un trend in crescita. Il settore è fondamentalmente forte, con spazi di qualità limitati, che consente di mantenere sempre alto il valore degli affitti». L'Italia, in generale, nell'ultimo anno ha registrato un incremento medio dei canoni di locazione pari al 3,7% ma, secondo gli operatori, ha il potenziale per crescere ancora.
La classifica europea vede svettare gli Champs Elysees sul podio e assegna alle sole Parigi e Londra le prime otto posizioni. Nella capitale britannica i negozi con gli affitti più cari si concentrano a Oxford Street, Covent Garden, Bond Street e Brompton Road, mentre a Parigi affollano rue du Faubourg Saint Honorè, Boulevard Haussmann e avenue Montaigne.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello