cerca

Nuvole d'amore per un recluso a San Quintino

Un film di un realismo magico che narrava di un ragazzo che svolgeva il ruolo del "messaggero" tra due innamorati. Ora è il direttore della Biennale-Teatro, Peter Sellars, che dalla poesia di uno più grandi poeti indiani del quinto secolo, Kalisada, realizza il suo "messaggero d'amore" con «The love cloud», "meghaduta" in sanscrito antico e "amore nuvolo" nella nostra lingua. La nuvola non è un messaggero d'amore reale ma l'invocazione in versi di un innamorato che è stato relegato per un anno in una località solitaria per espiare una mancanza verso il suo signore, e si rivolge alle nuvole, le uniche forme in movimento, per far giungere il suo amore e i suoi pensieri alla giovanissima sposa rimasta nella località di Alaka, alle pendici dell'Himalalaya. Peter Sellars, americano anomalo e regista di talento, cresciuto nei paesi asiatici e in India, prima di rientrare negli Usa e dirigere la Boston Shakespeare Company e il Teatro di Washington, ha voluto dedicare questo festival veneziano alle culture "diverse", riconoscere nel diverso un proprio se stesso, far conoscere la loro cultura. E dopo l'«Otello» delle magiche e regali interpreti cambogiane, ha allestito un viaggio tra queste "nuvole dell'amore" realizzando uno spettacolo di grande e profonda sensibilità, senza usare nessun artificio scenico, con un palcoscenico nudo, tubi innocenti che danno il senso di oppressione, il carcere di San Quintino, dove ha isolato il suo innamorato con le nuvole portate da magnifici danzatori giavanesi che si muovono tra parole, musiche, ombre e luci in uno spettacolo semplice e complesso, tra le metafore della poesia di Kalidasa e la realtà della poesia scenica allestita da Peter Sellars.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello