cerca

di ANNALAURA FUMO «INVIATEMI la vostra biancheria intima», questo l'appello di Kelly Butler.

«Con la mia laurea non ho mai pensato che avrei lavorato in banca - ammette ironicamente - dovevo fare in modo che le conoscenze acquisite mi fossero di aiuto. In fondo, ho sempre amato la luce, anche se le lampade fluorescenti mi rendono nervosa. Così un giorno ho pensato che sarebbe stato divertente creare delle lampade modellandole sul corpo delle donne».
Kelly ama la luce e adora le cose vecchie, l'antiquariato. Più di ogni cosa, predilige la lingerie vintage. Più o meno un anno fa, le capitano tra le mani, girando tra le bancarelle di un mercatino, bustini e guêpiere. Capisce che questi oggetti per essere valorizzati hanno bisogno di luce. Qualche tempo ancora per studiare come tenere in forma gli indumenti e fare in modo che le curve femminili fossero visibili anche senza nessuno dentro. Finalmente la fulminante idea: aggiungere filo e lampadina (da 7 a 25 watt). E così, la Tramp-Lamp viene al mondo. «All'inizio volevo chiamarla Bra Lamp, lampada reggiseno, poi ho scelto Tramp, che significa vagabonda, ma anche un po' sgualdrina», puntualizza. La sua prima cliente è una vicina di casa. Acquista una Lula Bell. Kelly dà un nome ad ognuna delle sue creazioni e spiega: «Ci sono Suzy Lane, Bettie, Blanche, Ezmeralda, Sally, Mary Lou, Olivia. Non potrei farle uguali, perché i negozi di vintage, dove acquisto gli indumenti per costruirle, non hanno pezzi simili».
«Ogni forma d'arte serve per far stare bene la gente. Ma anche per guadagnare qualche soldo»: Kelly vende i suoi originalissimi prodotti a un prezzo che oscilla tra i 150 e i 210 dollari. Nel suo negozio «Katy K Designs» sulla 12th Avenue South o via mail con spedizioni in tutto il mondo. Grazie alla pubblicità dei media, la giovane artista-imprenditrice, peraltro bionda e molto avvenente, sta già diventando una celebrità. Il suo sito www.tramplamps.com è invaso dalle richieste, persino, dal Giappone. L'intraprendenza non le manca, ma ai suoi potenziali clienti (tra i quali il padre che ha messo a disposizione della figlia i suoi boxer per farne una lampada) chiede un aiuto: «Inviatemi la vostra biancheria intima». Certamente la ragazza saprà come conferirgli la giusta luce.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni