cerca

Come la Venere di Urbino

Guillermo Mariotto, direttore creativo della maison romana, ha scelto proprio il capolavoro di Tiziano, che a sua volta ha ispirato Umberto Eco nell'ideare la prestigiosa mostra «Venere svelata», inaugurata l'11 ottobre al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, per l'evento di moda e arte dal titolo «La Moda, la Musica, la Poesia ou la Beautè a l'Italienne», che si terrà nella stessa sede il 3 novembre, in occasione del semestre italiano di presidenza dell'UE.
La bellezza italiana al femminile versione couture potrebbe essere interpretata dalla burrosa top model Sophie Dalle, oppure da un'altra bionda maxi-modella dalle forme morbide. Il creativo della maison Gattinoni ha voluto rendere omaggio all'opera che più esprime l'ideale femminile della bellezza italiana, attraverso un capo di alto artigianato sartoriale: un abito da sera, nero e rosa carne, in tulle e chiffon, del genere «ti vede e non ti vedo», lavorato a drappeggio non finito, interpretazione in chiave post-moderna dell'immagine rinascimentale femminile di Tiziano. Assieme all'abito-Venere saranno presenti alcuni capi dell'ultima sfilata couture di Gattinoni, ispirata all'arte, presentati a luglio a Roma, nel Museo dei Gessi dell'Università La Sapienza. (A fianco il bozzetto della Venere disegnata da Mariotto)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni