cerca

DALLA moda, al cinema, alla musica.

Non si può certo dire che non sia un tipo caparbio e con le idee chiare, Barbara Baldieri, 30 anni, Scorpioncina doc, nuova stella della musica pop già nota in Usa e Inghilterra, pronta ad esplodere anche in Italia. Fisico perfetto da top-model scolpito da ore e ore di palestra, lunghe chiome castane e un viso sensuale che ricorda quelli di Sandra Bullock e Madeline Stone, Barbara ha una storia del tutto singolare. È nata ad Ostia, sul litorale romano, ultima di 7 figli, ma vive in America dall'età di 4 anni. Da qualche tempo abita in una favolosa villa sulla spiaggia di Malibù: i suoi vicini di casa, ormai amici intimi, si chiamano Tom Hanks, Jim Carrey, Tony Scott, Olivia Newton-John, Sting e Pamela Anderson. Non era difficile, per una ragazza con quel fisico e quelle gambe da gazzella, finire nel dorato mondo dello spettacolo.
«Ho iniziato come modella, un agente mi ha scoperta e lanciata nella moda, ho sfilato in mezzo mondo per stilisti come Jean-Paul Gaultier ma anche Rocco Barocco e ho posato per copertine importanti come quella di Vogue. Poi, a Los Angeles, ho lavorato nel cinema e ho preso parte al seguitissimo serial tv americano "Baywatch". Ma tutto questo non mi soddisfava a pieno. E allora ho deciso di realizzare il mio grande sogno», racconta Barbara mentre sorseggia un drink a Campo de' Fiori. «Adoro la moda italiana: vesto solo Valentino, Cavalli, Gucci, Dolce&Gabbana e Missoni», dice lei. È arrivata nella Città Eterna per pubblicizzare il suo primo disco «Todo lo que quiero (All I want)», scritto da Ron Andersen, un ballabilissimo singolo in inglese che fa da apripista al suo primo album, in uscita nel 2004.
Il singolo "Todo lo que quiero", già in testa alle classifiche in Inghilterra, è accompagnato da un video molto sexy e intrigante, girato dal regista Mark Gerard a Los Angeles, dove Barbara ha fatto riscostruire il set del film «Revenge» con Kevin Costner e Madeline Stone, il suo preferito. «Vivo in America, giro il mondo, ho sempre la valigia in mano, ma mi sento italiana. Il mio cuore, soprattutto, è tutto italiano. Tornerei volentieri a vivere qui», si apre Barbara. «Il mio mito della canzone italiana? Eros Ramazzotti: sono pazza di lui, sono cresciuta con le sue canzoni! Ma anche con il "Tuca Tuca" di Raffaella Carrà: che artista meravigliosa! Pensa che la versione spagnola del mio disco sarà curata da Ivano Ballesteros, l'autore spagnolo della Carrà che produce anche Ramozzotti e la Pausini. E poi mi piacciono le canzoni di Claudio Baglioni, Pino Daniele e Giorgia».
Gab. Sas.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni