cerca

Piero Melograni è nato nel 1930 a Roma, città nella quale ha compiuto i suoi studi.

Nel 1980 otteneva una fellowship presso il Woodrow Wilson International Center for Scholars di Washington D.C. Dal 1971 al 1996 è stato professore di storia contemporanea all'Università di Perugia (Facoltà di scienze politiche). Ha pubblicato numerosi volumi, saggi e articoli. All'età di 15 anni si iscriveva al Pci, restandovi fino al 1956. Ne usciva in seguito alle rivelazioni del XX Congresso e ai Fatti di Ungheria. Dopo di allora, e per quasi quarant'anni, non aderiva a nessuna organizzazione politica finché, nel 1995, entrava a far parte della Convenzione Liberale promossa da Marco Taradash. Nel 1996, come indipendente, è stato eletto deputato (XIII legislatura). In rappresentanza della Camera dei deputati ha fatto parte della Convenzione dei 62, incaricata di scrivere la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Tra i suoi scritti: «Storia politica della grande guerra 1915/1918» Laterza, 1969; « Gli industriali e Mussolini. Rapporti tra Confindustria e fascismo dal 1919 al 1929», Longanesi, 1972; «Saggio sui potenti, Laterza, 1977; «Rapporti segreti di polizia fascista», Laterza, 1979; «Fascismo, comunismo e rivoluzione industriale», Laterza,1984; Melograni, «Il mito della rivoluzione mondiale, Lenin tra ideologia e Ragion di Stato, 1917-1920», Laterza, 1985.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni