cerca

New York Gli autografi vanno all'asta

e anche le first ladies contano ma con qualche sorpresa: Jacqueline Kennedy vale più di Jacqueline Onassis pur trattandosi della stessa persona. E pregiati sono anche Stalin o Saddam. Non si tratta di giudizi storici o politici ma del mercato degli autografi. Ad accendere i riflettori su questo settore collezionistico è la prossima comparsa in asta, il 28 ottobre a New York, di un grossa collezione di autografi (con le firme dei presidenti americani, delle ladie, di personaggi famosi della cultura, della politica, dello sport e dello spettacolo).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello