cerca

di PIRRO DONATI Lunghi e calorosi applausi, fischi e urla di disapprovazione: bella la prima ...

Causa del pandemonio è Dario Fo che per la sua regia ha riscritto il 25% del libretto, adattando il nuovo testo alla musica con l'ausilio di Philip Gossett, filologo rossiniano e nume tutelare delle edizioni critiche della Fondazione Rossini.
Hai voglia a dire, come fa il Nobel, che il nuovo testo è una satira di Carlo X per la cui incoronazione il «Viaggio» fu scritto da Rossini non senza ironia nei confronti del sovrano. Troppo evidenti le allusioni all'attualità politica italiana: evidenza che scatena discussione e contestazione.
Non ci piace questo uso della lirica, ma non ci scandalizzeremo: Rossini non è una statua eccellentissima e la sua opera è immortale nella partitura: gli allestimenti hanno vita storica, caduca. Piuttosto la regia in senso stretto fa riflettere: al fine di vitalizzare la staticità del «Viaggio», Fo scatena su una scena in stile neoclassico una vera sarabanda di trovate che convincono solo a metà. Non c'è aria in cui dietro i cantanti, piuttosto statici, non si scateni un trambusto - ingenuità tipica del registi teatrali prestati alla lirica. Ecco mimi, acrobati volanti, volanti oggetti e scenografie, mostri, animali... Tante idee, alcune anche convincenti, che mettono però troppo in secondo piano la musica.
Invece proprio sugli interpresti musicali il Carlo Felice ha fatto scelte coraggiose e azzeccate, a partire dal giovane Nicola Luisotti che dirige con tale maturità Rossini, da lui è lecito attendersi grandi cose. Bene il cast con qualche eccezione. I migliori: la Rancatore, Antoniozzi, la Serra e Blake - bello vedere veterani che hanno ancora da dare al teatro -, Brownlee, e si segnala Enrico Mirabelli. Aprire la stagione con il «Viaggio», opera con cast titanico di 12 protagonisti e 6 comprimari è una sfida da cui il Carlo Felice esce a testa alta: andatelo a vedere e ne discuterete l'intera serata (repliche fino al 26/10).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni