cerca

APRIRÀ a Roma, all'Eur, il primo museo del «made in Italy».

Il progetto rientra nel pacchetto triennale da 400 milioni di euro per la promozione dei prodotti italiani previsto nella Finanziaria ed è stato presentato nelle sale di Eur Spa dal viceministro per le Attività produttive, Adolfo Urso (nella foto), assieme ai vertici dell'ente che gestisce il patrimonio immobiliare del quartiere romano e ai rappresentanti di Comune e Regione. «Sarà un'esposizione permanente dell'arte italiana - ha spiegato Urso - incentrata sui quattro grandi settori: design, architettura e arredo; tessile e moda; agroalimentare; macchine».
I primi 10 milioni di euro arriveranno a gennaio, quando un decreto del ministero delle attività Produttive definirà in dettaglio il finanziamento dell'istituto, ma nella progettazione saranno coinvolti anche i ministeri dei Beni Culturali, delle Finanze, degli Esteri, gli enti locali come Comune di Roma e Regione Lazio e tutti coloro che hanno reso celebre il «made in Italy». «Il progetto - ha spiegato Raffaele Ranucci, presidente di Eur Spa - si integra con quello già finanziato nel 1999 che riguarda il Museo dell'audiovisivo ed avrà il suo centro nel Palazzo della Civiltà del Lavoro».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni