cerca

Punk romantico con le zip rubate allo sport

Nicola Del Verme propone tagli sapienti. Con Guerriero donne sempre giovani

Per il giorno tanta pelle lucida in colori forti come i gialli e i fucsia, per abitini, giubbotti, mini con zip rubate allo sport, ma anche camicie a stampa Positano, in lino e seta, con ricami à jour, portate con il must della collezione: i pantaloni alla turca, da mettere anche sotto la giacca del tailleur stretta e goffrata. Per un abbigliamento più easy, ecco gli abitini tye and die, con rosa, arancio e azzurro sfumato dai toni più scuri a quelli più chiari. Divertenti le coulottes da punk-chic: di pelle nera, con cerniera trasversale. La sera si illumina di bagliori argentei, con mini abiti in jersey elasticizzato, tutine con inserti tipo rugby e mini in tela paracadute portata con la grande canotta di maglia oro. Leit motiv della collezione le farfalle, ricamate e applicate sui sabot altissimi.
Una collezione decisa nel taglio, delicata nell'eleganza, concettuale nella forma: Nicola Del Verme ha portato oggi in passerella un bel lavoro, che sarà prodotto e distribuito da Itoya, azienda di Sandro Dal Pra (ex socio di Alberto Biani nella Staff). Gli addetti ai lavori sperano che sia il decollo definitivo dello stilista, pieno di talento. I suoi abiti rompono le righe, i suoi tagli sapienti modificano la struttura delle giacche, ma con un effetto finale sartoriale e perfino ordinato. Molto bello il blazer coloniale sciancrato, perfetto (ma con pinces e tagli assolutamente inediti), portato sui pantaloni che si mantengono affusolati pur nel gioco scoppiettante di sbuffi. I pantaloni neri salgono con la baschina a formare quasi un grafico calice, da cui svetta il busto sottile, appena velato da bluse in chiffon rosa carne. Qua e là le piume rendono più eterei i tailleur, mentre alcuni pezzi tratti dalla storia della biancheria intima, pancierine di raso rosa e piccoli bustier, diventano cinture e cache-corset per camiciole di voile. Il tubino di cotone caffelatte, ma anche gli abiti più importanti, rosa, lunghi e velati per la sera, si arricchiscono di grumi di chiffon, di goffrature di voile a contrasto di colore. Molto sensuali i sandali alti (Nicola Del Verme by Colette) con sottili strisce orlate di chiffon.
Le donne, anche dopo i 40 anni, vogliono sentirsi giovani, senza cadere nel ridicolo: lo ha capito lo stilista Stefano Guerriero, che ha fatto sfilare una collezione fresca e allegra, mai eccessiva. Con gli abitini stampati a piccole meline colorate, cuoricini e fiori, si abbinano borsettine-gioiello a forma di mela o anguria. Divertenti gli shorts in pitone rosa, i pantaloni da raso con dettagli gym, i top con piume a formare le manichine, i sandali altissimi in colori fluo. Castigati i costumi interi, in uno stile bon ton dall'aria un po' retrò.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni