cerca

Ma che chic le turiste di Prada

E succede anche di vedere il fuxia e il verde acido, la giacca ricamata sul costume da bagno, un turbinio di paillettes. All'insegna del «basta col nero, di una noia mortale» e dello «sdrammatizzare tutto senza prendersi sul serio ma in maniera elegante», re Giorgio, dopo le insolite donne «ancheggianti» proposte l'altro ieri con la sua prima linea, torna a stupire «declinando - come lui stesso spiega - lo sport in tutte le sue possibili estetiche». E così che spuntano i tailleur da città per una giovane che ama essere «peccabile» proponendo uno sportwear all'ennesima potenza. Pantaloni che sembrano tute, con la fascia laterale a contrasto e sopra costumi interi. Calzoncini da pugile con l'elastico in vita o da ciclista, gonnelline da tennista, giubbotti spalmati di nylon da velista. Tutto giocato sul bianco, rosso e blu. Dalle fodere sbocciano fiori, la ciniglia profila canotte e calzoncini di jersey, i piccoli plissè ornano i fianchi dei mini pants. La grande cura nei particolari è davvero il must. Il contrasto diventa magicamente armonia anche quando sembra accecare gli occhi con i colori fluo che irrompono nel teatro in stile minimal di Armani.
Esplosione di paillettes tipo lente, piatte e larghe a rivestire completamente gli abiti, le giacche, le gonne-pareo. E ad aprire sorrisi sui tanti volti rapiti, tra i quali spicca la nuova Jennifer Lopez: Beyoncè Knowles. La cantante americana è arrivata con mamma e guardia del corpo al seguito indossando leggings con la mini sopra (proprio come vuole l'ultima moda) e top di paillettes bianco tutto naturalmente griffato Armani.
Davanti a lei è scomparsa l'altra star del parterre, un Bobo Vieri che la bella cantante non ha degnato neanche di uno sguardo. Un grande sorriso è apparso sul volto di Beyoncè quando ha risentito la sua voce in sottofondo durante la sfilata. Dal vivo la sentiranno presto i londinesi in occasione dell'evento benefico «Fashion rocks» organizzato dalla fondazione «Princess trust» presieduta da Carlo d'Inghilterra. Il 15 ottobre, durante la serata dedicata alla raccolta di fondi per i ragazzi disagiati, la star della musica si esibirà live durante la passerella degli abiti di Armani.
Una turista-chic che porta stampate sugli abiti cartoline di Venezia e Milano è comparsa invece sulla pedana di Prada. Viaggiatrice attraverso i cinque continenti si veste delle sete indiane, oppure indossa sandali marocchini o, all'opposto, strizza la vita come negli anni '50 delle gonne fascianti o larghe e sotto il ginocchio. Allora le camiciole hanno le maniche arrotolate e i tacchi sono alti. Gli abitini in madras, tutti pieghe, si alternano al jersey, al denim tinti in sfumature batik. Alla fine, pur nel tanto colore, nulla sa di etnico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni