cerca

IL PAROLIERE E IL DIRETTORE ARTISTICO

Mogol in tandem: «Ci devo pensare»

Mogol, a poche ore dalla firma di Tony Renis, non si sbilancia sulla sua partecipazione come consulente al prossimo festival di Sanremo. Alla domanda se per fare commenti o dichiarazioni aspetta di vedere il progetto Renis, Mogol risponde: «Veramente no, perchè al progetto, se divento un suo consulente, dovrei ovviamente partecipare. Ma il discorso è che ancora non è deciso niente, se lo farò oppure no. Sto indagando bene sui termini della questione, perchè io ho delle responsabilità importanti, responsabilità di avere una scuola che lavora da 11 anni», aggiunge riferendosi al Centro Europeo di Toscolano. «Quindi - prosegue Mogol - oggi come oggi non posso assolutamente dire niente fino a che non ho capito che consistenza potrebbe avere la mia partecipazione». Sul suo ruolo nel prossimo festival di Sanremo targato Renis, e se in particolare sarà quello di portare giovani artisti sul palco dell'Ariston, risponde: «No, per adesso il ruolo non è definito. Diciamo che tutto è possibile ma niente è stato definito. È tutto da vedere, c'è un dialogo in atto, tutto lì», conclude.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni