cerca

Multietnica la Pin-up di D&G

Ma la giovane Barbara Berlusconi, in prima fila, nel giardino di Dolce & Gabbana si è mostrata divertita.
In un rigoroso tailleur pantalone nero e accessori dello stesso colore, unica "follia" un piccolo ma elegante fazzoletto azzurro (e come sennò) legato attorno al collo, è stata l'ospite d'onore del duo più famoso della moda italiana.
Poco distante un'eccentrica Lene, l'ex cantante del gruppo «Aqua» vestita di lapin giallo canarino e pizzo nero. La linea D&G, dedicata alle più giovani(anche se loro dicono che gli abiti vanno bene anche alle settantenni) è stato tutto un tripudio di colori e invenzioni. Si travestono da donne e spaziano in tutti i continenti saltando da un mestiere all'altro.
In bilico sulle scarpe dai tacchi altissimi guarnite di ponpon multicolor o di grandi fiori di vernice sul tallone queste moderne pin-up procedono aggressive quasi a voler conquistare il mondo. Indossano giacchine da torero, poncho messicani, cappelloni da cowboy e stoffe peruviane. Il vestito corto da spagnola è sdrammatizzato dal gilet di jeans, il tubino nero da maliarda si abbina a una cascata di cornetti rossi sul collo. C'è anche il piccolo peplo bianco da antica romana, il minikilt della scozzesina, la geisha in kimono ridottissimo. Tutto è in versione ristretta. La manager porta il tailleurino nero, la poliziotta i pantaloncini corti; la donna-meccanico i box con la tuta attillatissima e a metà gamba. Non mancano la surfista in costume intero arcobaleno e l'astronauta con la tutina di pelle fosforescente e l'oblò sul viso. E poi tutte....giù dai tacchi.
Il sogno diventa realtà di tutti i giorni con scarpe da ginnastica e jeans in tutte le versioni. In passerella si rivede ancora una volta la top model romana Maria Carla Boscono, che ormai vive a New York ed è gettonatissima da tutti i più grandi stilisti.Il mondo delle favole ritorna con Moschino Cheap and Chic. La griffe, tra divanetti e sofà che ricordavano un atelier parigino, si è divertita a mettere in scena i cartoni animati. Da Cappuccetto rosso a Olivia di Braccio di Ferro alla Strega cattiva. Una collezione colorata e divertente oggi come vent'anni fa quando Franco Moschino allestiva la sua prima sfilata e stupiva con le sue trovate di fantasia. Venerdì lo stilista scomparso verrà ricordato con una festa a tema nella nuova sede di via San Gregorio.
K. P.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni