cerca

di ALESSANDRO GIANNOTTI NEW YORK — Amici fin da ragazzini a Napoli e poi soci di affari a New York.

Da solo due mesi hanno inaugurato la loro nuova showroom-boutique sulla 57th Street, tra la Fifth Avenue e Park Avenue, frequentata dalle signore dell'alta-società newyorkese, dai maggiori department stores come Neiman Marcus, Bergdorf Goodman, Saks Fifth Avenue nonché dalla stampa americana che ha dedicato ai loro gioielli già molte copertine. Tra le clienti spiccano i nomi di Sharon Stone, Ivana Trump, Oprha Whinfrey, Kim Cattrall, Christy Turlington.
Due le linee: una di cammei incisi su coralli, conchiglie e turchesi, per collane, spille e bracciali, disegnata e gestita da Amedeo Scognamiglio e che porta lo stesso nome (la sua famiglia originaria di Torre del Greco è da 260 anni specializzata in questo tipo di lavorazione); l'altra, la «Faraone Mennella», con gioielli realizzati ad Arezzo in oro 18K, disegnata da Roberto Faraone Mennella.
Un successo che ha letteralmente travolto questi due giovani designer: «Per quanto riguarda i cammei - spiega Amedeo Scognamiglio - ho capito subito che dovevano essere riadattati al gusto americano. In Italia il gioiello è indipendente dai diktat della moda, qui la segue pedissequamente. Al compratore interessa che sia fatto a mano, ma deve essere cool, e se è Made in Italy, è una spinta in più. Ma la molla di tutto è stata quando Sarah Jessica Parker ha indossato le mie creazioni sia in "Sex and the City" che in un'intervista tv rilasciata a Barbara Walters. Da quel momento insieme ai compratori è arrivato anche Ralph Lauren che me li ha chiesti per una sfilata e per la campagna pubblicitaria».
Più giovane la «Faraone Mennella» che, anche se è stata completata alla vigilia dei tragici fatti dell'11 settembre pochi mesi dopo era già in vendita da Neiman Marcus e Saks Fifth Avenue. Insomma, un trionfo. «Il 4 ottobre sarò a Dallas - dice Roberto Faraone Mennella - per una sfilata insieme a Roberto Cavalli proprio da Neiman Marcus. Un evento in onore dei nostri gioielli e degli abiti di Cavalli che quest'anno hanno fatto la miglior performance nelle vendite del department store. Sono gioielli che piacciono perché sono moderni, dal disegno pulito, chic e sexy, dal gusto decisamente internazionale oltre ad essere realizzati a mano e quindi ogni pezzo è diverso dall'altro». Le collane sono in oro come le catene, gli orecchini, i bracciali e gli anelli, o a torchon con venturine, perle, quarzi rosa, turchesi e lapislazzuli. Dal prossimo febbraio sarà in vendita anche una linea dedicata agli uomini.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni