cerca

di PAOLA PARISET «La scena di Puccini» è la mostra che Lucca, città natale del grande Giacomo ...

Curata da Vittorio Fagone e Vittoria Crespi Morbio, la mostra ha richiesto tre anni di lavoro, prestiti straordinari specie dal Teatro alla Scala di Milano e dal Comunale di Firenze, e contributi teorici tra cui un'intervista a Luciano Berio, che nel 2001 riscrisse il finale della «Turandot» in toni più intimi, sulla scorta di appunti pucciniani in cui figura un significativo pianissimo. Rari bozzetti e disegni originali di Chini, Caramba, Carrà, Soffici, Sironi, Hohenstein ed altri, illustrano le edizioni degli anni '10-'20 delle opere del Maestro: il quale era attento alla coerenza fra musica e apparato visivo - afferma Vittorio Fagone - e molto esigente, per esempio per le luci del tramonto californiano de "La fanciulla del West" e non solo. L'intera mostra ruota attorno alla «Turandot», ai costumi serici (della Fondazione Puccini di Lucca) e al manto meraviglioso in velluto di seta trapunto d'oro, strass e ricami, indossato da Maria Jeritza per l'edizione del 1926 a New York: esso ci fa dimenticare persino certo sbilanciamento della mostra, che va a svantaggio di altre opere di Puccini meno ampiamente rappresentate, come la «Bohème» pur resa celebre dalle scene da manuale di Zeffirelli. Seguono bozzetti di artisti più vicini a noi, Lila De Nobili, Palli, Frigerio, Pizzi, Benois, Lazaridis: e un sofisticato apparato informatico di Flavia Sparacino - con auricolari che consentono al pubblico di abbinare in ogni stanza la sezione visiva con le corrispondenti arie operistiche, ologrammi ed altro ancora - ricostruisce virtualmente l'unità originaria di arte e musica di ogni opera, cui Giacomo Puccini tanto teneva.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni