cerca

di ESTER MIELI ABBIGLIAMENTO di lusso, guinzagli di diamanti, cappottini griffati, cucce ...

Ecco le ultime stravaganze per gli amici a quattro zampe.
È in pelle di vitello o di lucertola il collare di casa Gucci, impreziosito con una targhetta in argento con zirconi o addirittura in diamanti. La linea «Guggi Cat» si fa preziosa e si arricchisce di veri oggetti di desiderio. La ciotola del gatto diventa così un contenitore in argento placcato in oro con tanto di scritta «Guggi Cat» stampata sul bordo. Per Fido arriva invece la cuccia, sempre pensata e creata da Tom Ford della linea «Guggi dog», in kiddassia a pelo lungo disponibile nei colori bianco e nero. E poi guinzagli in cuoio grezzo, medagliette in acciaio e argento e ciotole di tre diverse misure.
Per la pioggia? Un classico del cane più vanitoso resta sempre il trench di Burberry e sempre della stessa linea l'elegantissima cuccia realizzata in tessuti morbidi e resistenti. Non c'è più alcun limite, la nostra Lilli, è questo il nome più in moda per il cane di sesso femminile o Briciola per il gattino, sono curati, coccolati e sempre più viziati.
L'ultima novità, della case francese Louis Vuitton, sono i collari ed i guinzagli «Baxter». Nella classica tela monogramma, si presentano in diverse misure, sia per i gatti più piccini che per i cani più prosperosi. E per chi abbia voglia di personalizzarle il collare? È possibile anche questo, a caldo si possono incidere il nome o il numero di telefono, nel caso li perdiate. E se poi volete completare la linea, nelle boutique Vuitton, vi aspetta la splendida «Sac Chien», il trasportino per i vostri cani o gatti, in perfetto stile con il collare o il guinzaglio.
In tutto questo mondo fantastico non potevano che mancare le linee da bagno per una toeletta ad hoc. Ecco allora lo shampoo a base di olio di visone, quello alla camomilla oppure per i più golosi quello alla vaniglia. Arriva perfino un profumo «Oh My Cat?», dopo «Oh my dog?» della ditta francese Dog generation della Dragoco. Un estratto di foglie d'ulivo che sembra i gatti adorino.
Ma in mezzo a tutto questo lusso il nostro amico a quattro zampe è felice? Sembrerebbe di no, almeno a giudicare dallo spuntare di una nuova figura professionale che la dice lunga sulla sua condizione emotiva. Già, arriva lo psicologo per cani.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni