cerca

Simona alla Rai vuole conquistare tutto «Offro la mia regia per il sabato sera del primo. Nel futuro punterò a Sanremo e Miss Italia»

Un appuntamento nel quale la show girl ha fortemente creduto e per il quale ha lasciato a Luisa Corna la conduzione di «La grande notte», programma che, durante la scorsa stagione, ha rappresentato una delle poche novità della seconda rete. Considerata un modello a cui ispirarsi, la Ventura, il cui contratto con Raidue scade a giugno del 2004, è proiettata verso obbiettivi professionali di sempre maggior prestigio.
Il suo contratto con Raidue è in scadenza. Quali sono le sue prospettive future?
«Tra i tanti progetti ai quali penso, c'è la conduzione del Festival di Sanremo, la gestione del sabato sera di Raiuno e l'impegno con un programma preserale. Nel mio futuro inserirei anche la conduzione di Miss Italia per la quale sono a disposizione dell'azienda. Probabilmente quest'anno non era ancora giunto il mio momento. Ma riconosco a Carlo Conti ed a Fabrizio Frizzi il merito di aver trasformato la manifestazione in un grande spettacolo televisivo. Tutti i progetti futuri saranno realizzati con la mia squadra, perché ritengo che oggi, soprattutto una conduttrice, debba essere circondata dal supporto di un gruppo stabile di lavoro, sull'esempio della Carrà, di Costanzo e della De Filippi».
Potremmo anche non rivederla come padrona di casa del contenitore calcistico, nell'autunno del 2004?
«"Quelli che il calcio" è un programma che amo e rappresenta una sfida professionale. Per adesso il mio impegno è consegnare alla Rai un prodotto di grande qualità».
Non teme, per "Quelli che il calcio", oltre la concorrenza dei varietà domenicali, anche quella di Sky con i goal in diretta?
«Contrariamente alle aspettative, il programma, dato per spacciato proprio per l'agguerrita presenza della nuova Tv satellitare è vitale, grazie all'atmosfera ironica ed alle innovazioni spettacolari. Prima tra tutte, la presenza di politici in studio che, in un contesto goliardico si abbandonato al tifo. Domenica avremo Clemente Mastella».
Intanto ha accettato la sfida del reality show. E dovrà scontrarsi con "Scherzi a parte", un programma di cui è stata lei stessa conduttrice.
«Una responsabilità ancora maggiore. Ma credo nell'impatto che "L'isola dei famosi" avrà sul pubblico, perché il programma si basa sulla forza psicologica di resistenza dei dieci concorrenti. Che sono Stefano Tacconi, il Deejay Ringo, Davide Silvestri noto per aver interpretato la soap opera "Vivere" di Canale 5, l'attore Fabio Testi, Giada De Blanck, Carmen Russo, Barbara Chiappini, Maria Teresa Ruta, Susanna Torretta ed Adriano Pappalardo. I partecipanti si trovano già da dieci giorni sull'isola di Samonà, ai Caraibi, con un ridottissimo kit di sopravvivenza grazie al quale dovranno vivere per nove settimane su un lembo di spiaggia, schivando insidie, costruendo capanne e cercando cibo. Ogni settimana ci sarà "la prova del leader" tra i partecipanti. Chi vince avrà diritto a formulare una nomination che si aggiunge a quella fatta dagli stessi partecipanti i quali indicheranno la persona di cui vogliono liberarsi. Il pubblico da casa, con il televoto, sceglierà chi dei due Vip desidera eliminare. Il programma, di nove puntate, si concluderà il 17 novembre. Una puntata supplementare riunirà negli studi di Milano, dai quali conduco, tutti i partecipanti».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni