cerca

CINQUE film per un posto nella Notte degli Oscar.

La scelta del film italiano che potrà sperare nelle nomination si terrà quest'anno il 30 settembre, con circa un mese di anticipo rispetto alle passate edizioni. Negli anni scorsi, infatti, il candidato italiano per l'Academy veniva annunciato intorno al mese di novembre ma quest'anno l'annuncio delle nomination (previsto per il 27 gennaio) e la cerimonia degli Oscar (il 29 febbraio al Kodak Theatre di Los Angeles) è stato anticipato di circa un mese.
Di conseguenza anche la scelta dei rispettivi film nazionali avverrà un mese prima. Fino a qualche settimana fa si parlava di una corsa a quattro tra «Ricordati di me» di Gabriele Muccino, «Io non ho paura» di Gabriele Salvatores (vincitore nel '92 con «Mediterraneo»), «La finestra di fronte» di Ferzan Ozpetek e «Il cuore altrove» di Pupi Avati con Salvatores e Avati nel ruolo di favoriti. Poi è arrivato «Buongiorno, notte» di Marco Bellocchio e il film potrebbe rappresentare la sorpresa dell'ultimo momento, un modo anche per risarcire la pellicola «snobbata» alla giuria della Mostra del cinema di Venezia. D'altra parte, però, l'obiettivo della scelta italiana sarà quello di portare nella corsa per le nomination un film che possa avere un respiro internazionale e questo potrebbe comunque essere un handicap per il film di Bellocchio, «punito» dalla giuria veneziana proprio perché non troppo intellegibile all'estero. Fondamentale sarà non ripetere l'esperienza di «Pinocchio» dello scorso anno quando il film di Roberto Benigni fu trionfalmente portato a concorrere per le nomination ma venne clamorosamente bocciato dopo una disastrosa uscita americana della pellicola.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dall'elicottero ai Fori: il lancio mozzafiato con il Tricolore

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda