cerca

Pezzenti e vagabondi Un approccio letterario

La scoperta è quella della vasta letteratura dedicata ai vagabondi e mendicanti, che per secoli sopravvissero in Italia. L'inedito è lo «Speculum Cerratonorm, scritto alla fine del Quattrocento da Teseo Pini: sorta di manuale dei falsi vagabondi. «Il libro dei vagabondi» è popolato da una umanità di pezzenti, storpiati, lebbrosi. E tra loro frotte di astuti e simulatori che irridevanoi le leggi umane e le divine.



«Il libro dei vagabondi» a cura di Piero Camporesi,Garzanti, 573 pagine, 28 euro

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni