cerca

Evviva la sigla corta. Ma non apre

I «NO» DELLA MOSTRA

Suggestiva, anni fa, quella del Festival di Cannes che collegava il cinema alla Costa Azzurra, spiritosa, ma anche fine, quella tuttora in vigore a Locarno, con un teatrino allegorico di marionette. Qui a Venezia se ne son viste alcune altrettanto intelligenti, quella delle Mostre di Barbera, ad esempio, in cui si faceva a gara per indovinare i divi che proponeva in modo spesso solo allusivo. Discutibile, invece, quella della Mostra di quest'anno, pur creata, a quanto assicurano, da due celebri grafici inglesi. È un aggeggio che sembra una pellicola su cui appaiono immagini di qualche interprete noto, subito fatte confluire nel logo dell'edizione attuale: il Leone e il numero 60. Non ha gusto, non ha spirito e, soprattutto, non «apre». Come invece è compito delle sigle.
Però ha un pregio: non dura neanche un minuto. Così i troppi film a tutte le ore e di tutte le lunghezze non ne sono ulteriormente appesantiti. Tempo risparmiato.
G. L. R.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni