cerca

La mappa dei miliardi negli abissi

Appartenente alla Compagnia «White Star» il transatlantico venne speronato il 23 gennaio 1909 dal piroscafo italiano «Florida». Il relitto è adagiato a 80 metri di profondità al largo del Massachusetts. Nella «camera del tesoro» del transatlantico, si trovano monete d'oro per un valore di mezzo miliardo di dollari. Nonostante il relitto del «Republic» non si trovi a grande profondità, finora non si è riusciti a raggiungerlo.
A riprova che intorno alle coste degli Stati Uniti non si trovano soltanto i resti di galeoni e vascelli, 55 miglia a Est di Capo Charles (Virginia), si trova il relitto del piroscafo «Merida»: anche in questo caso, lo speronamento, da parte dell'«Admiral Ferragut», il 12 marzo 1911, segnò il destino della nave. Salpato da Vera Cruz, il «Merida» trasportava non soltanto un carico di 22 tonnellate di argento, ma anche 80 cassette contenenti monete d'oro.
Nel Delaware giace invece il relitto della goletta «De Braak», utilizzata dalla marina inglese nelle guerre napoleoniche. Il «De Braak» trasportava 80 mila sterline d'oro. Il carico eccessivo risultò fatale alla goletta che, durante un fortunale, si rovesciò a non eccessiva distanza da Capo Henlopen. Il calendario recava la data del 25 maggio 1798.
C. D. R.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello