cerca

Luca Giurato e Luisella Costamagna evaporano dai palinsesti. Magalli al palo si ricicla come ospite

Molti big della tv diventano dei «desaparecidos». Lady Mara deve cedere la conduzione di «Domenica in» a Bonolis La Venier resta a casa orfana di mamma Rai

Una serie di illustri personaggi, conduttori, soprattutto, si ritrova, nel prossimo autunno, clamorosamente ad di fuori della programmazione televisiva, privati dei programmi nei quali, grazie alla loro imponente presenza, si erano quasi identificati. La più clamorosa esclusione è rappresentata da Mara Venier che ha dovuto cedere la conduzione di «Domenica in» a Paolo Bonolis. L'ex regina del contenitore festivo di Raiuno si ritrova, momentaneamente, disoccupata e, dopo aver legato, per anni, il suo nome alla domenica di Raiuno, si terrà lontana dal mondo dello spettacolo televisivo, durante la stagione che sta per iniziare. Una decisione obbligata, in attesa di momenti migliori, visto che i palinsesti autunnali della Tv pubblica ne hanno decretato l'allontanamento. Nella lista degli scomparsi dal piccolo schermo c'è da inserire, almeno per adesso, anche il nome di Luca Giurato. Strano il destino televisivo dell'ex conduttore di «Unomattina». Doveva essere al timone, con Luisella Costamagna de «Il grande cerimoniere», appuntamento in onda dopo il Tg1 delle 20 al quale era stato delegato il difficile compito di contrastare lo strapotere di «Striscia la notizia» su Canale 5. Fallito clamorosamente il progetto, di Luca Giurato per adesso non c'è traccia nei palinsesti televisivi. Naturalmente la Costamagna non compare più nella lista dei personaggi impegnati in video, almeno per l'imminente autunno. Desaparecido anche Giancarlo Magalli. Per l'ex padrone di casa de «I fatti vostri», si tratta, ancora una volta, di un'assenza forzata.
Già da qualche anno, infatti, Magalli, in mancanza di validi progetti professionali si sforza di mantenersi a galla e di non piombare nel dimenticatoio. Se nessun programma lo impegnerà come conduttore, tenterà, come in passato, di «riciclarsi» nel ruolo di ospite televisivo. In stand by televisivo ci sono anche Massimo Lopez e Tullio Solenghi.
Dopo una serie di esperienze negative che vanno dal chiacchieratissimo «Max & Tux» in cui erano impegnati entrambi, al varietà «Di tutte di più» che, condotto dal solo Solenghi, è stato cancellato dal video dopo la prima puntata, i due professionisti si sono allontanati dalla Televisione, cercando consolazione nel teatro. Scompare dal video anche un altro volto molto amato: Gigi Sabani. Dopo aver condotto la scorsa edizione de «I fatti vostri», accanto a Paola Saluzzi sulla seconda rete, Sabani non è impegnato in nessun programma nell'imminente autunno. Raidue farà a meno anche di Dario Vergassola che è stato il partner di Federica Panicucci nel programma di comici emergenti «Bulldozer». Per la prossima edizione della trasmissione, confermata nei palinesti in seconda serata, arriva, al posto di Vergassola, Enrico Bertolini. Un discorso a parte meritano, infine, Pippo Baudo e Michele Mirabella.
L'ex direttore artistico del festival di Sanremo è stato costretto a traslocare su Raitre, dove sarà impegnato, dal prossimo settembre con «50», programma che festeggerà il mezzo secolo di esistenza della televisione italiana. Ma, nel prossimo anno, i palinsesti televisivi di viale Mazzini ancora non contemplano la presenza di Baudo. Michele Mirabella, invece, per far posto a «Super Senior», il Grande Fratello degli anziani, in onda la domenica sera, in prime time, sulla terza rete, dovrà rinunciare, momentaneamente al suo «Elisir». Il programma di medicina, infatti, tornerà in video, domenica 7 dicembre, con circa due mesi di ritardo rispetto alle scadenze del passato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni