cerca

Tinto Brass: «Venezia mi perseguita»

Ho ricevuto da pochi giorni una nuova convocazione dalla procura di Venezia per lo sbarco che feci nel 1995 alla Mostra del cinema», annuncia Tinto Brass. All'epoca il regista per promuovere il suo film «Fermo posta Tinto Brass», sbarcò al Lido su un battello durante i giorni della Mostra al fianco delle seminude attrici protagoniste. «Una vicenda che mi è già costata un processo a suo tempo per atti osceni in luogo pubblico, chiuso con il pagamento di una multa». Ma ora la procura della Repubblica di Venezia si è opposta all'ordinanza del Tribunale e ha presentato ricorso in Cassazione e il processo dovrà essere rifatto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello