cerca

Tinto Brass: «Venezia mi perseguita»

Ho ricevuto da pochi giorni una nuova convocazione dalla procura di Venezia per lo sbarco che feci nel 1995 alla Mostra del cinema», annuncia Tinto Brass. All'epoca il regista per promuovere il suo film «Fermo posta Tinto Brass», sbarcò al Lido su un battello durante i giorni della Mostra al fianco delle seminude attrici protagoniste. «Una vicenda che mi è già costata un processo a suo tempo per atti osceni in luogo pubblico, chiuso con il pagamento di una multa». Ma ora la procura della Repubblica di Venezia si è opposta all'ordinanza del Tribunale e ha presentato ricorso in Cassazione e il processo dovrà essere rifatto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni