cerca

Boorse, un padre dell'atomica

Aveva 98 anni. Il fisico fece parte del gruppo di scienziati che lavorarono segretamente al Manhattan Project per lo sviluppo della bomba atomica durante la Seconda guerra mondiale. Nei laboratori di Los Alamos, dove il governo degli Stati Uniti fece mettere a punto l'atomica pensata in un primo tempo per fermare l'avanzata del dittatore nazista Adolf Hitler, il professor Boorse si occupò in modo particolare dell'isolamento degli isotopi dell'uranio.
Henry A. Boorse è stato per decenni docente di fisica alla Columbia University di New York, lo stesso ateneo dove iniziò la sua attività di giovane ricercatore nel 1935, occupandosi di esperimenti sulle basse temperature. E proprio come esperto delle basse temperature, fu chiamato a far parte dello staff del Manhattan Project per cercare di separare gli isotopi dell'uranio per preparare l'atomica. Successivamente, dal 1946 al 1958, fu consulente del governo di Washington come membro della commissione federale per l'energia atomica.
Boorse ha scritto decine di articoli scientifici sull'energia atomica e due importanti libri, «Il mondo dell'atomo» (1966, due volumi in collaborazione con Lloyd Motz) e «Gli scienziati dell'atomo» (1989, insieme a Jefferson Hane Weaver).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni