cerca

De Crescenzo: «Filosofo? No, avrei preferito fare il maestro»


Con gli anni si migliora o si peggiora?
«Nel fisico purtroppo si peggiora. È dentro che si migliora e del dentro non importa proprio a nessuno».
Attraversa una buona stagione di vita?
«Relativamente bene, relativamente all'età, relativamente al mondo. E vivere a Roma è una vera fortuna».
La sua vita è stata speciale sinora?
«Non ho vissuto una vita ma due vite. La prima da ingegnere, la seconda da regista e scrittore. Due vite relativamente felici e per ora mi è andata bene».
Il caso è determinante?
«Il caso influisce moltissimo. Influisce anche e soprattutto la salute. Non ho paura della morte, ho paura del dolore. Se la morte è come quando si spegne la luce non si può aver paura».
È necessario cercare di essere sempre se stessi?
«Si crede di essere se stessi ma si cambia di giorno in giorno. Credo di essere buono di animo».
Cosa sceglie tra l'amore e la libertà?
«Tutti vorremmo avere l'amore e la libertà. Quando si ha l'amore si perde la libertà. L'amicizia non toglie la libertà e dà quel tanto di affetto di cui si ha bisogno».
Del suo passato cosa vorrebbe riavere?
«Mi sarebbe piaciuto fare un film con Totò. È un vero rimpianto. Non ho conosciuto Flaiano ma attraverso i suoi libri ho capito tantissimo».
Cosa vorrebbe avere?
«Mi piacerebbe diventare maestro elementare. Credo non ci sia soddisfazione più alta che insegnare qualcosa ad un bambino che ha appena cinque o sei anni».
Riesce sempre a prendere la vita con filosofia?
«Ci provo, non so se riesco».
Qual è il vero scopo della vita?
«Comunicare. La più grave malattia esistente è la solitudine. Tutti noi abbiamo bisogno di comunicare, dare e ricevere idee, sensazioni».
Quanti amori ha vissuto?
«Tre grandi amori: a 18 anni, a 30 anni, a 50 anni. E non vorrei vivere un altro amore».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni