cerca

Muti in contrasto con il sovrintendente Alla Scala si naviga tra le polemiche


L'apertura, insieme al programma della stagione lirico-sinfonica 2003-2004 della Scala, è stata annunciata ieri nell'annuale conferenza stampa a Milano. Ma la stagione si avvia all'insegna delle polemiche. Alla conferenza stampa ieri il maestro Muti era assente e anche se il sindaco Albertini ha assicurato che era dovuto a motivi «funzionali» alla fine sono apparsi evidenti dei contrasti, come ha ammesso il sovrintendente della Scala, Carlo Fontana.
Anzi, «Guai se non ci fossero motivi di frizione - ha detto Fontana - quella col maestro è una dialettica che c'è e c'è sempre stata e ha avuto punte anche molto accese». E il sovrintendente ne ha dato spiegazioni diverse. Ha attribuito alla sua provvisoria collocazione negli uffici del Museo della Scala, in corso Magenta, lontano dal teatro degli Arcimboldi, dove invece quotidianamente lavora il maestro Muti, la causa del fatto che con lui ci sono pochissime occasioni di colloquio. Così, ha detto, la lontananza accentua «fatti e sensazioni di non condivisione anche reciproca».
Ma si è anche capito che i contrasti potrebbero essere sostanziali sul «programma» della Scala, con Fontana fautore di titoli più popolari, Muti orientato per una qualità musicale più elevata.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni