cerca

«LA GEORGIA E ROMA»

Cattolici e ortodossi alleati nella lotta al potere islamico

Parole di Nodar Gabasvili, autore de «La Georgia e Roma. Duemila anni di dialoghi fra Cristiani», edito dalla Libreria Editrice Vaticana. Durante la presentazione del suo libro, nel salone d'onore dell'Almo Collegio Capranica il 18 giugno scorso, l'autore ha sollevato un tema di scottante attualità. Ma nella sua opera scritta, non muove critica alcuna nei confronti della Costituzione europea. Non esplicita il suo pensiero, ma ne spiega le fondamenta. Il suo primo intento è quello di far riscoprire la sua terra: la Georgia. Quel piccolo paese tra il Mar Nero, il Caucaso e il Mar Caspio, di antica e luminosa civiltà, ignorato da quando è divenuto una regione del vasto impero zarista e dopo, sotto Stalin e i suoi successori, uno staterello politicamente e materialmente assorbito dall'impero sovietico. Fa una sintesi degli avvenimenti più importanti, con tanto di date, note e riferimenti precisi senza trascurare la narrativa: le leggende, i miti, e la pronostoria iniziali, affascinano il lettore che viene poi condotto dal purosangue georgiano attraverso i secoli, fino ad arrivare all'epoca contemporanea. La chiave di lettura è una: il Cristianesimo. In Georgia è diventato religione di Stato nel 337. Senza di essa sarebbe scomparsa, anche come nazione, inghiottita dagli arabi, mongoli, persiani e ottomani. Gabasvili mette il luce il legame profondo che esisteva tra la Chiesa di Roma, cattolica, e quella georgiana ortodossa, nonostante lo scisma di Fozio dell'880 e quello d'Oriente. Un obbiettivo comune le univa: neutralizzare l'espansionismo islamico. La volontà dello scrittore è soprattutto quella di mostrare come religione e politica siano sempre andati di pari passo: la difesa della fede si intreccia indissolubilmente con quella dell'indipendenza e dell'identità. Gabasvili non cita ne Kant, ne nessun altro pensatore o filosofo per affermare, per voce di Goethe per esempio, che «Il Vangelo è la fonte della nostra civiltà». Lo dimostra: ripercorre la storia della Georgia. Attraverso di essa conosciamo un po' più in profondità la nostra. Riscopriamo le nostre radici, i valori costitutivi, l'identità dell'Europa.

Nodar Gabasvili «La Georgia e Roma»

Libreria Editrice Vaticana

pagine 196, euro 12.50

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista

Opinioni