cerca

RIFLETTORI sull'inestimabile patrimonio archeologico di Stabiae e le sue Ville: si aperta una mostra ...

«Stabiae. Immagini tra storia e archeologia» è il titolo della mostra.
Si tratta di una raccolta dei materiali più significativi provenienti da due precedenti esposizioni, curate dalla Soprintendenza archeologica di Pompei e dall'Amministrazione comunale di Castellammare di Stabia. La mostra è allestita nel museo di Boscoreale, e spiega la collocazione dei rinvenimenti sul territorio di Stabia e la storia degli scavi. L'obiettivo è quello di far conoscere l'importanza, nella storia e nell'economia dell'area vesuviana, del territorio stabiano, già in tempi remoti sede di insediamenti abitativi di notevole estensione di cui restano le ampie necropoli, come quella in località S. Maria delle Grazie, ed alcuni santuari, come ad esempio quello rinvenuto in località Privati. Ma fu soprattutto in epoca romana che il territorio stabiano assunse un importante ruolo per la presenza di ville residenziali in aree panoramiche come la collina di Varano.
La mostra di Boscoreale permette al visitatore di cogliere l'importanza di tali testimonianze archeologiche, dando l'opportunità di concludere la visita all'Antiquarium e all'annessa villa rustica di Villa Regina, con uno sguardo al contiguo territorio stabiano. Le ville di Stabiae possono essere raggiunte da Boscoreale nei fine settimana anche grazie al servizio di Archeobus di Artecard. La mostra è stata curata dalla Soprintendenza archeologica di Pompei e dall'Amministrazione comunale di Castellammare di Stabia, con il contributo del Comune di Boscoreale. Rimarrà aperta fino al 4 novembre 2003, tutti i giorni, con il seguente orario: 9.30- 18.30. L'ingresso è gratuito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni