cerca

La Storia dà spettacolo, sfida Raitre-Rete4

La rivale di casa Mediaset risponde con un nuovo ciclo di trasmissioni curate da Cecchi Paone


Per le emittenti di viale Mazzini è Raitre a ribadire, anche durante i mesi caldi, la propria vocazione storica puntando sulla divulgazione. Nel polo commerciale, invece, Retequattro sta cercando di accreditarsi come emittente finalizzata al racconto della scienza e dei principali argomenti del passato In questo contesto, da martedì tre giugno, la terza rete diretta da Paolo Ruffini, ripropone un appuntamento tradizionale divenuto un classico della propria programmazione: «La grande storia in prima serata» che in questa edizione si avvale dell'alto patrocinio della Presidenza della Repubblica.
In occasione dei quarant'anni della morte di Papa Giovanni XXIII, avvenuta nel giugno del 1963, le prime due puntate del programma, curato da Nicola Caracciolo, saranno interamente dedicate alla figura del Papa Buono, con una serie di filmati e di testimonianze inedite. Quattro lunghe ore di approfondimenti e di riflessioni su uno dei più significativi pontificati della storia moderna. La terza puntata, invece, dal titolo «Mussolini, il giovane dittatore», è finalizzata a presentare al pubblico il Duce giovane, focalizzando l'attenzione soprattutto sugli anni venti, quando, in giro tra i monumenti di Roma, Mussolini riusciva a conquistare la gente con la simpatia delle sue battute. Verranno mandati in onda documentari inediti su un'Italia rurale fatta di campagne e di case povere che oggi non esiste più. Le altre puntate saranno rispettivamente dedicate alla figura di Papa Pio XII, ai Padrini nella storia della mafia ed alle famiglie dei Savoia-Aosta.
Nell'ambito della divulgazione storica, colonna portante di Raitre, è già pronto un altro appuntamento dal titolo «Mio Novecento» che riproporrà, in seconda serata, interviste ai più importanti personaggi del secolo appena trascorso.
Intanto Retequattro, con l'intento di sottolineare il proprio nuovo corso, all'insegna dell'intrattenimento culturale, propone dagli inizi di luglio «Appuntamento con la storia», un nuovo ciclo di trasmissioni curate e condotte da Alessandro Cecchi Paone la cui collocazione è ancora incerta tra la prima serata del sabato e quella del lunedì. «Questo programma - sottolinea Cecchi Paone - rappresenterà un punto fermo nella programmazione annuale di Retequattro. Andremo avanti fino a settembre per poi riprendere subito, nell'ambito della nuova stagione autunnale, un altro ciclo». I primi argomenti di cui si occuperà in estate "Appuntamento con la storia", interesseranno la vita privata degli alti gerarchi sia fascisti che del terzo Reicht. Verrà prestata una particolare attenzione al ruolo delle donne che non furono soltanto delle semplici compagne di uomini potentissimi, ma svolsero una specifica ed importante funzione in quel particolare contesto storico.
Sia Raitre che Retequattro hanno conquistato notevolissimi consensi soprattutto con gli approfondimenti sulla seconda guerra mondiale e con i documentari sul fascismo ed il terzo Reicht. Una puntata su Edda Ciano, lo scorso anno, ha regalato a Raitre il 15% di share. Mentre Retequattro ha trasformato in videocassette tutta la serie di "Appuntamento con la storia" dedicata alla seconda guerra mondiale. Seguiranno, sempre su Retequattro, dieci puntate dedicate alle grandi icone del Novecento nei settori della cultura, della politica, della storia, della filosofia, della scienza, della medicina, senza escludere la letteratura e lo spettacolo. In questo contesto saranno proposti ritratti inediti di personaggi come Enrico Fermi, Marilyn Monroe, Albert Einstein.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni