cerca

UNA nuova «Turandot» aprirà l'81mo Festival lirico dell'Arena di Verona, che si svolgerà dal 21 giugno al 31 agosto.

poi di «Nabucco», regia di Graziano Gregori (11 luglio); quindi un nuovo «Rigoletto», messo in scena da Romano Gandolfi (16 agosto). Inoltre il Gala del 31 luglio (un'edizione semi-scenica della «Traviata») e sei serate di balletto con il «Don Quixote» di Leon Minkus (11 agosto). Il tenore argentino Josè Cura sarà il più impegnato in Arena quest'anno: prima come Calaf in «Turandot», poi come Don Josè in «Carmen», quindi come Alfredo nel «Galà-Traviata». Lo stesso Cura ha ricordato che appena dieci anni fa tentò (inutilmente perchè extracomunitario) di fare un audizione per il coro dell'Arena; cinque anni più tardi fu chiamato a sostituire in poche ore Placido Domingo ammalato; oggi è la giovane star sulla quale punta la stagione 2003. L'allestimento inaugurale è affidato a due artisti russi, per la prima volta a Verona: il regista Yuri Alexandrov e lo scenografo-costumista Viacheslav Okunev. Turandot, la principessa crudele di Puccini, sarà Giovanna Casolla (e per due sere Andrea Gruber). Sul podio Daniel Oren. Lo stesso Oren dirigerà poi l'Aida. Regia, scene e costumi sono quelle di Zeffirelli, che successo hanno riscosso l'anno scorso. Anche il cast è lo stesso Fiorenza Cedolin si alterna nel ruolo del titolo con Micaela Carosi e Michele Crider; Salvatore Licita e Piero Giuliacci in quello di Radames, Larissa Siadkova e Irina Mishura in Amneris. Coreografie di Vladimir Vassiliev. Ancora di Zeffirelli è la regia - nata nel 1995 - della «Carmen» di Bizet. Dirige Alain Lombard; protagonisti Marina Domashenko e Irina Mishura (Carmen), Marco Berti e Josè Cura (Don Josè); Raymond Aceto/ Renè Pape e Samuel Ramey (Escamillo). «Nabucco» di Verdi sarà interpretato a sere alterne da Alexandru Agache, Alberto Gazale e Ambrogio Maestri; nel ruolo di Abigaille la rivelazione areniana dell'anno scorso, Andrea Gruber. Il «Rigoletto» di Verdi sarà diretto da Romano Gandolfi, con la regia di Ivo Guerra e le scene di Raffaele del Savio, ispirate alla prima edizione areniana del 1928. Protagonisti Leo Nucci, in alternanza con il giovane Carlos Alvarez.
M. G.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni