cerca

LE OPERE


Una menzione a parte merita la serie delle Sequenze per diversi strumenti solistici tra cui l'arpa, la voce femminile, il pianoforte e il trombone (famosa quella per flauto solo del 1958) in cui il compositore sperimentava le possibilità virtuosistiche dei diversi strumenti. Della sperimentazione elettronica, in gran parte legata allo studio di Fonologia della Rai di Milano, vanno ricordati l'«Omaggio a Joyce» (1959) e «Momenti» (1960). Nel teatro spiccano «Opera», ma anche «La vera storia», «Passaggio» su testo di Eduardo Sanguineti e per voce ed orchestra il ciclo «Epifanie» (1961). Apprezzati i Folksongs per mezzosoprano e orchestra, insieme alla Sinfonia una delle sue partiture più eseguite. Non rare anche le opere di riscrittura e riorchestrazione operate da Berio nei confronti di musicisti del passato, come Boccherini e Mahler. (Lor. Toz)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni