cerca

di DARIO SALVATORI FINALMENTE al terzo album l'aggressiva e seducente Lil' Kim raccoglie ...

I.G.,re del rap e qui anche in veste di produttore. Scomparso Notorious, l'attraente Lil' sembra volerne interpretare il testamento. Voce cruda e consapevole, la cantante, pur non cercando deliberatamente nuove vie dell'hip hop, si scatena nella sua forma musicale preferita, a base di rime, testi espliciti e di denuncia. A differenza di altre black girl del gangsta rap, la Kim può vantare una solida attività dal vivo, svolta soprattutto a Brooklyn. Fra i brani, in rilievo "This is a warning", in cui si cimenta in una parodia del rapper R. Kelly e "Magic stick", in duetto con 50 Cent, rivelazione dell'anno in fatto di hip hop.
Lil' Kim - La Bella Mafia (Atlantic)
*
Macy Gray iniziò a farsi apprezzare a partire dal 1999 con hit quali "I try" e "Why didn't you call me", temi nei quali univa il soul e il rhythm and blues ai più moderni dettami dell'hip hop. Sono passati quattro anni e la Macy non sembra discostarsi da quella linea. Ma sopra ad ogni altra valutazione c'è la sua voce: espressiva, sexy, "growl". La Gray è autrice di tutti i testi (storia d'amore e di odio, la famiglia, sesso, ironia) e di gran parte delle musiche. Il controllo della voce ormai è totale e il tasto emotivo è quello più coinvolgente. Una cantante che avrebbe tutte le carte in regola per diventare una star internazionale, se non fosse per un pessimo carattere.
Macy Gray - The trouble with being myself (Epic)
*
È tornato Francesco Baccini, cantante e pianista genovese dagli ottimi presupposti entrato in seguito, chissà perché, in un brutto cono d'ombra. Per lui un album doppio, trenta brani, compresi i primi successi ("Figlio unico", "Qua qua quando", "Il mio nome e' Ivo") alle ultime registrazioni, compresa "La notte non dormo mai", esclusa dalla selezione dell'ultimo Festival di Sanremo. C'è grinta e determinazione ma per il totale reinserimento Baccini dovrà superare l'esame delle radio e forse anche l'emarginazione in cui ingiustamente è stato collocato. In rilievo "Shrek alleluia", versione italiana del classico di Leonard Cohen "Hallelujah".
Francesco Baccini - La notte non dormo mai (Sony)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni