cerca

di ANTONIO ANGELI I NUOVI telefilm della serie Star Trek sono in fase di atterraggio sugli schermi italiani.


Nella prima serie come assistente del capitano c'era il dottor Spock, questa volta per la parte è stata scelta una donna. E che donna: la bellissima modella Jolene Blalock che tra un viaggio stellare e l'altro gratifica anche gli spettatori con qualche scena nella doccia, ovviamente a ultrasuoni. Niente di troppo spinto, naturalmente. È comunque uno spettacolo che vuole essere adatto a una fascia di età che comprende anche i bambini, ma si tratta comunque di un telefilm molto più disinvolto di tutti quelli che lo hanno preceduto.
La nuova serie si chiama «Enterprise», dal nome dell'astronave degli esploratori spaziali, ed è ambientata in un futuro più vicino a noi degli ormai storici telefilm con il comandante Kirk e il dottor Spock. Nel cast figurano Scott Bakula, che impersona il capitano Archer; Jolene Blalock, la bella vulcaniana e poi Connor Trinneer, John Billingsley, Anthony Montgomery e molti altri. I primi ventisei episodi della serie sono stati acquistati da La 7 che sta provvedendo a farli doppiare a tempo di record. Per il momento non sono stati fissati definitivamente orari e date, ma l'intenzione sarebbe di mandare in onda «Enterprise» la domenica, in prima serata a partire dall'inizio di luglio. Probabilmente ogni volta saranno trasmessi due episodi.
Luca Intoppa è nello staff che si sta occupando dell'edizione italiana. «Si tratta di una produzione molto ricca - spiega - per la quale è stato speso molto. La serie è molto curata dal punto di vista tecnico. Certo è un po' diversa dagli Star Trek che abbiamo visto fino ad oggi».
E infatti non sono stati pochi i fedelissimi di vecchia data che negli Stati Uniti hanno storto il naso nel vedere questa nuova serie. Svolgendosi in un'epoca precedente alla serie classica il teletrasporto funziona solo per le merci e non per gli esseri viventi. La tecnologia appare ancora «primitiva» e poi la vice-comandante è decisamente un po' troppo bella e affascinante per fare l'astronauta. «È una vera top model - spiega ancora Intoppa - È stata scelta probabilmente per ampliare verso il basso la fascia di età degli ascolti. La bella vulcaniana infatti non mancherà di piacere soprattutto a chi ha tra i 15 e i 25 anni».
Di «Enterprise» è stata realizzata, oltre alla prima stagione, anche la seconda. La serie di telefilm oltreoceano non ha avuto una accoglienza trionfale, ma è comprensibile, calcolando che la prima delle nuove puntate è stata trasmessa il 26 settembre 2001, dieci giorni dopo la tragedia delle Torri Gemelle. Comunque in questi giorni si sta girando la terza stagione: un po' per non lasciare unutilizzate sceneggiature già pronte, ma anche perché i produttori sperano in una crescita di entusiasmo da parte del pubblico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista

Opinioni