cerca

IL SINDACO di Roma si appresta a festeggiare in pompa magna il centenario di Villa Borghese.

Che c'entra?, dirà qualcuno. Non tutta la città si può riportare a nuovo, con un colpo di bacchetta magica. E poi, il Foro Italico è pertinenza del Coni. E però da anni si dice che la Casa delle Armi, mirabile esempio di architettura razionalista firmato da Luigi Moretti, sarà «svestita» del saio di aula-bunker - ovvero l'orribile cancellata coperta di ruggine e la scritta al neon «Carabinieri» - per diventare sede espositiva, in collegamento con l'erigendo e osannato museo «Maxxi» nelle ex caserme di via Reni. E continuano ad andare in malora le statue dello Stadio dei Marmi, transenne deturpano le prospettive del Foro, ciurme di ragazzi fanno skateboard sui mosaici attorno alla Fontana della Sfera, infischiandosene dei divieti. Signor sindaco, un restauro è forse chiedere troppo, ma un vigile urbano che controlli la zona, pur tutelata, dovrebbe non essere una chimera. (L. L.)

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni