cerca

LA BIBLIOGRAFIA

L'epistolario è «disperso» tra più editori: «Lettere a una gentile signora» (Adelphi; «Lettere agli amici milanesi», Il Saggiatore, 1983; «Lettere a Bonaventura Tecchi», «Lettere a Gianfranco Contini, entrambi Garzanti. Monografie interessanti,quelle di Ferrero («Invito alla lettura di Gadda», Mursia, 1974); Ferretti («Ritratto di Gadda», Laterza). Tra gli studi critici, Contini («Quarant'anni d'amicizia», Einaudi).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni