cerca

Pronto al decollo da Raitre il varietà anti-Zelig

Il direttore Ruffini vuole il ritorno della Dandini con i suoi comici

A tale proposito, la notizia dell'ultima ora riguarda l'atteso rientro in Rai di Fabio Fazio. Potrebbe, infatti, approdare in video, in tempi più brevi del previsto la striscia satirica del fine settimana dal titolo «Che tempo fa?», il cui esordio era stato fissato per l'undici aprile. La striscia, qualche settimana fa, era stata rinviata al prossimo autunno, per l'ennesima indisponibilità degli studi Rai, prima di Milano e successivamente, di Torino, preposti ad accoglierla. Attualmente sembra essersi aperta una concreta possibilità legata all'allestimento di un nuovo studio, sempre a Torino, dal quale Fazio potrà, finalmente, far approdare in video l'appuntamento satirico sulle previsioni meteorologiche la cui messa in onda è prevista dal venerdì alla domenica, alle 19,45. La conferma definitiva è attesa per la prossima settimana.
Intanto il progetto «Satira su Raitre», inaugurato lo scorso settembre e nato per la terza serata televisiva, con i programmi condotti rispettivamente da Corrado Guzzanti ed Antonio Albanese nei giorni infrasettimanali del lunedì, del mercoledì e del giovedì, potrebbe avere un seguito a breve scadenza.
Il direttore di Raitre, Paolo Ruffini, sta lavorando, infatti, al ritorno in video Serena Dandini. Si vuole trasportare in video quel laboratorio teatrale legato ai giovani comici del teatro Ambra Jovinelli di Roma, in un programma incentrato sulle nuove frontiere della satira. L'intenzione della rete è di creare uno spazio di sperimentazione giovanile sull'esempio di Zelig di Italia uno. La realizzazione dell'appuntamento è però strettamente legata alle sorti dell'attuale conflitto in Iraq. «Per adesso - spiega il direttore Ruffini - buona parte della terza serata è occupata dal prolungamento di "Primo piano", lo spazio quotidiano di approfondimento giornalistico, attualmente dedicato al conflitto in corso. E' impensabile far nascere un nuovo programma nei dintorni di mezzanotte, per ovvi motivi di costi». Intanto la terza serata del sabato verrà occupata, a partire dal prossimo 5 aprile, da Antonello Dose e Marco Presta. I due notissimi conduttori radiofonici de «Il ruggito del coniglio» approdano in video con un varietà alternativo, «Dove osano le aquile» nel quale i generi televisivi verranno contaminati e rivoluzionati all'insegna della satira, anche politica. Dodici le puntate previste, con un pubblico rigorosamente in pigiama, una band in studio scatenata in musica etnica ed una danzatrice sui generis. Ogni appuntamento, di 30 minuti, sarà corredato da un ospite del mondo dello spettacolo. Nel primo ci sarà Giulio Scarpati, ma sono attesi anche Luca Zingaretti e Fabio Di Iorio. Intanto Dose e Presta hanno anche collaborato alla stesura dei dialoghi del prossimo film di Enzo D'Alò. Il progetto «Satira su Raitre» si fermerà per la pausa estiva. Nella stagione calda verranno riproposte le repliche di tutti gli appuntamenti andati in onda. Ma sarà ripreso in autunno ed affidato a Sabrina Guzzanti candidata ad essere la padrona di casa di un nuovo appuntamento destinato ai giorni infrasettimanali. Tra le altre novità di Raitre, previste nel prossimo palinsesto estivo, la conferma di Licia Colò che, abbandonata la domenica pomeriggio, gestirà, fino alla metà di giugno, la prima serata del lunedì con il programma «Alle falde del Kilimangiaro». Subito dopo la conduttrice riprenderà il suo posto in video, ma questa volta al timone de «Il pianeta delle meraviglie».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni