cerca

Nell'antico borgo il monastero diventa teatro-museo

IL POSTO

Un monastero diventa museo e racconta la vita delle suore di clausura. È in quello che una volta si chiamava Convento di Santa Maria Maddalena, a Serra de' Conti, in provincia di Ancona, uno dei più bei centri storici delle Marche.
Le hanno chiamate «Le stanze del tempo sospeso», nell'intento di squarciare il mondo segreto, appartato delle clarisse. Il museo, nato dalla collaborazione del Comune di Serra de' Conti con la Provincia di Ancona e la Sovrintendenza ai Beni Storico-Artistici delle Marche, non espone soltanto ma narra come in una messinscena teatrale. Grazie a un'audioguida che propone un testo a più voci - frutto di ricerche negli archivi del monastero al quale si sono aggiunge testimonianze delle clarisse - e che conduce il visitatore in nove postazioni.
Si passa così dalla spezieria e dalla farmacia alla zona della cucina e del refettorio, per arrivare all'ambiente di lavoro, con gli utensili per la tessitura, il ricamo, la tintura delle stoffe e dei fiori. Non mancano le voci, i suoni. Ecco il «canto della pasquella», ecco le scampanellate che compongono i nomi delle singole suore, che possono chiamarsi l'un l'altra negli ampi spazi del monastero. Ed ecco il tocco sgraziato della battistrangola, che sostituisce la campanella in tempo di quaresima.
Molto suggestivo l'edificio che ospita il museo, una struttura medievale su due livelli, con due giardini interni e un chiostro, ampliata nel Seicento. Intorno la campagna marchigiana, quel mare di colline che fa da sfondo ai quadri di Piero della Francesca. Annessa al monastero la chiesa di Santa Maddalena, appena riaperta dopo un restauro, a forma ellittica e con dipinti d'epoca barocca. Il week end può estendersi ai vicini centri, da Arcevia, città d'arte con opere di Della Robbia e Luca Signorelli, a Loretello, con la cinta muraria in laterizio completamente percorribile. Serra de' Conti celebra poi il 25 e 26 aprile la «Festa della Primavera».
Le Stanze del Tempo Sospeso - Serra de' Conti (Ancona). Aperto il sabato (15-19), la domenica (10,30-12,30; 15-19), gli altri giorni su prenotazione. Tel. 0731-871711

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni