cerca

Spuntano due Goya sconosciuti. Subito all'asta

Le due opere, «La sacra famiglia» e «Tobia e l'angelo» (nella foto Ansa) sono olii su tela di 63,5 per 51,5 centimetri e sono datati dagli esperti intorno al 1787, durante la cosiddetta fase neoclassica dell'opera del pittore aragonese. Secondo Gonzalo Mora, amministratore delegato di Alcalà Subastas, «il fatto che le opere siano il frutto di un Goya già maturo e che si tratti di quadri finiti e non di semplici bozzetti, fanno di questa scoperta una delle più importanti degli ultimi 20 anni». Resta però da stabilire se effettivamente le due opere - di contenuto religioso, e che forse facevano parte di un trittico di altare - siano attribuibili a Goya al di là di ogni possibile dubbio: Richard Willermin, esperto di Subastas Alcalà, ha affermato che «abbiamo la sicurezza che i quadri sono autentici», ma data l'importanza della scoperta è facile prevedere che ci saranno polemiche sulla questione.
Willermin ha indicato che non meglio identificati «esperti in Goya» del Museo del Prado - dove è custodita la maggior parte dell'opera del pittore asturiano - hanno esaminato i due quadri, che sono rimasti in mano al museo circa un mese, dal momento della loro scoperta. I responsabili di Alcalà Subastas hanno comunque sottolineato che l'autenticità delle opere è stata certificata anche grazie ad analisi effettuati con radiografie, immagini ad infrarossi e altri test scientifici, che avrebbero stabilito anche la data di esecuzione e stabilito alcuni dettagli della composizione, come l'assenza di disegni di preparazione sulla stessa tela.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni