cerca

STUDIO UE

La fiction italiana mantiene bassi i costi

È quanto emerge dalla seconda edizione dello studio Eurofiction Economy realizzato dall'INA (Institut National de l'Audiovisuel). La fiction rappresenta il genere televisivo principale per volume orario, finanziario e per la sua popolarità. Dal rapporto emerge che rispetto al 1999 (anno al quale si riferisce la prima ricerca) la fiction tv inglese e quella francese restano ancora le più care, seguite da Germania, Italia e Spagna. La Francia - e in misura minore il Regno Unito - è l'unico paese nel quale viene meno la relativa stabilità dei costi di produzione che negli ultimi anni ha caratterizzato l'industria degli altri paesi. La fiction per il prime time assorbe la maggior parte dei finanziamenti in tutti i cinque paesi europei analizzati. Finanziamenti che in Italia sono rimasti sostanzialmente stabili, mentre gli altri paesi hanno stanziato di più per le loro produzioni a in prima serata: un aumento variabile dal 5 al 9%, con in prima linea Francia e Germania.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni