cerca

Addio a Howard Fast Scrisse «Spartacus»

AVEVA 88 ANNI

La notizia della scomparsa è stata resa nota dalla famiglia del narratore, attraverso un portavoce del figlio, lo scrittore Jonathan Fast.
Tra i tanti romanzi di successo di Fast spiccano «L'ultima frontiera», «Il cittadino Tom Paine», «Sacco e Vanzetti», «La confessione di Joe Culler», «Gli emigranti». Il libro «La via della libertà» (1944) è quello più tradotto, con edizioni in 50 lingue. Ma in assoluto il suo libro più venduto nel mondo è «Spartacus» (1952), che ha ispirato l'omonimo capolavoro cinematografico del regista Stanley Kubrick (1960), premiato con quattro Oscar, e con l'attore Kirk Douglas nei panni del gladiatore trace che promuove una rivolta di schiavi contro il governo di Roma nel 73 avanti Cristo. In Italia suoi libri sono stati pubblicati da Mondadori, Marco Tropea editore, Einaudi, Garzanti.
Scrittore celebre e prolifico, da sempre impegnato nelle battaglie civili, Howard Fast fu un militante del partito comunista americano tra gli anni Quaranta e Cinquanta. Vittima del maccartismo, gli venne rimproverato di aver aiutato un ospedale che ricoverava i profughi spagnoli: il governo americano lo mise sotto inchiesta nel 1947.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello