cerca

DAL 17 MARZO

Con il titolo «Agnelli, una storia italiana», l'emittente radiofonica diretta da Sergio Valzania, trasmette, dal prossimo 17 marzo, un programma dedicato alla storia della famiglia Agnelli.
Quaranta le puntate previste quotidianamente, dalle 18 alle 18,45, dal lunedì al venerdì, fino al nove maggio. Il programma di Antonio Calabrò si avvale della consulenza di Edmondo Berselli e di Valerio Castronuovo e, soprattutto, attinge una vastissima documentazione dagli archivi radiofonici e televisivi di viale Mazzini. In otto settimane si raccontano le vicende di una famiglia indissolubilmente unita alla storia dell'Italia. Nella prima puntata, dal titolo «La dinastia», si affrontano le origini della famiglia, la figura del senatore Giovanni Agnelli, i difficili inizi, le controversie ed i successi. Si prosegue, poi con la produzione delle prime auto. All'interno della seconda puntata gli ascoltatori assisteranno alla discussione tra Agnelli ed i suoi soci basata sulla scelta di produrre auto d'élite oppure di massa.
Verrà successivamente documentato anche l'incontro tra l'Avvocato e Pininfarina che, a soli 17 anni aveva progettato un radiatore molto apprezzato da Agnelli. Viene anche riproposta una intervista rilasciata nel 1971 da Agnelli, durante la quale parlava già di inquinamento e di tematiche ancora oggi di grandissima attualità. L'excursus del programma radiofonico toccherà anche la politica, dai rapporti con Giolitti fino alla Tangentopoli degli anni Novanta. Le relazioni industriali ed internazionali verranno documentate partendo dal paternalismo degli esordi fino al nuovo capitalismo. Nelle ultime puntate, invece, viene offerto un ritratto a tutto tondo di Agnelli partendo dai suoi rapporti con la finanza, l'informazione e la cultura, senza trascurare il Lingotto, la Juventus ma anche Azzurra. Nel programma sono presenti le nuove interviste realizzate da Calabrò ai membri della famiglia ed a personaggi del mondo della cultura e della politica, come Cesare Romiti, Forattini, Luca di Montezemolo, Sergio Fininfarina, alle quali si aggiungono i contributi di Franco Bernabè, Valerio Zanone Innocenzo Cipolletta. Tra i documenti emersi dagli archivi Rai, ci sono anche la visita del presidente Saragat alle officine Fiat, l'incontro con Henry Kissinger, la confessione, fatta dallo stesso Agnelli, sul nonno «che aveva un'unica ossessione, quella per il progresso e per l'innovazione». Sergio Valzania, direttore di Raidue e Raitre, nell'anticipare che tutta la trasmissione sarà racchiusa in un CD, spiega: «La scelta della terza rete radiofonica per "Agnelli, una storia italiana" si inserisce nella vocazione storica dell'emittente, maggiormente consolidata rispetto al passato che, negli ultimi mesi ha incrementato il proprio bacino di ascolto grazie ad un'offerta più impegnativa».
Mar. Cat.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni