Interrogati in queste ore

Macerata, bloccati due nigeriani coinvolti nell'omicidio di Pamela

Due nigeriani sotto torchio nell'ambito delle indagini sul delitto di Pamela Mastropietro. Un 27enne è stato bloccato dai Carabinieri di Milano nella Stazione Centrale: è sospettato di un coinvolgimento nell'omicidio a Macerata della romana di 18 anni il cui cadavere è stato trovato fatto a pezzi e messo in due trolley. Da quanto si è saputo, stava pianificando di partire per la Svizzera. I militari dell'Arma lo hanno identificato e lo stanno portando a Macerata, dove verrà sentito a verbale.

Anche un altro nigeriano è stato portato in caserma nella città marchigiana anche se al momento, da quanto si è saputo, nessuno dei due è stato fermato. Il sospetto è che i due rintracciati oggi abbiano aiutato a sezionare e occultare il cadavere nelle valigie poi abbandonate a Pollenza (Macerata), crimine del quale è accusato il nigeriano Innocent Oseghale

"Sono in corso e si protrarranno per l'intera giornata audizioni a chiarimenti di più soggetti di nazionalità nigeriana. Non sono stati effettuati fermi", ha spiegato il Procuratore della Repubblica di Macerata, Giovanni Giorgio.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.