Sono i complici di Guerlin Butungu

Stupri di Rimini, nove anni e otto mesi ai tre minorenni. I legali degli stranieri: faremo appello

I due fratelli marocchini di 15 e 17 anni e un 16enne nigeriano colpevoli di violenza sessuale e rapina

Sono stati condannati a 9 anni e 8 mesi di carcere i tre ragazzi - tutti stranieri minorenni - accusati di violenza sessuale e di lesioni commesse lo scorso 26 agosto, a Rimini, ai danni di una coppia di giovani turisti polacchi e di una transessuale peruviana. Otto i capi di imputazione per i quali i tre - due fratelli marocchini di 15 e 17 anni e un 16enne nigeriano - sono stati ritenuti colpevoli dal giudice Luigi Martello: due per lesioni, tre per rapina e tre per violenza sessuale. 

I tre sono i complici di Guerlin Butungu, congolese 20enne considerato il capo del gruppo, già condannato a 16 anni. Il pm aveva chiesto 12 anni. 

"Leggeremo le motivazioni della sentenza e poi sicuramente faremo appello, però credo sarà difficile ottenere un risultato migliore", ha detto al termine del processo presso il Tribunale minorile di Bologna l'avvocato Marco Defendini, legale dei due fratelli marocchini di 15 e 17 anni. Per l'avvocato del nigeriano 9 anni "sono troppi": Alessandro Gazzea, legale del 16enne, annuncia che presenterà dopo aver letto "le motivazioni, che arriveranno nel giro di una decina di giorni". Per il legale il gup Luigi Martello ha tenuto conto "di una serie di aggravanti che invece non dovevano essere considerate".

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.