La 18enne romana fatta a pezzi

Pamela Mastropietro, il complice del nigeriano è a piede libero

Valeria Di Corrado e Silvia Mancinelli

È sospettato di avere aiutato Innocent a far sparire le tracce

È ancora a piede libero il presunto complice di Innocent Oseghale. È un connazionale con il quale il nigeriano, in carcere per il terribile omicidio di Pamela Mastropietro, è andato mercoledì mattina nel negozio di casalinghi di via Roma ad acquistare due flaconi di candeggina in offerta.

Il giorno dopo la morte di Pamela quindi, avvenuta martedì. Non è ancora chiaro, tuttavia, se l' amico del ventinovenne abbia partecipato anche al depezzamento del corpo della ragazza o se sia entrato in gioco dopo, esclusivamente per ripulire via le tracce del massacro.

Al momento il giudice per le indagini preliminari ha disposto la custodia cautelare in carcere per Inno cent Oseghale accusato di aver sezionato il corpo senza vita della diciottenne, con la quale era stato visto la mattina di martedì al supermercato...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.