Pensiero reversibile

Il Saviano double-face

Pietrangelo Buttafuoco

Macerata, Salvini e il "mandante morale"

Pensiero reversibile. C’è l’ormai celebre tweet di Roberto Saviano: «Il mandante morale dei fatti di Macerata è Matteo Salvini. Lui e le sue parole sconsiderate sono ormai un pericolo mortale per la tenuta democratica. Chi oggi, soprattutto ai massimi livelli istituzionali, non se ne rende conto, sta ipotecando il nostro futuro». Una stupidaggine. Proprio sconsiderata. Per la reversibilità dell’ovvio s’impone una parodia: «Il mandante morale delle baby gang di Napoli è Roberto Saviano. Lui e le serie televisive della sua sconsiderata Gomorra sono ormai un pericolo mortale per l’educazione delle giovani generazioni e per la legalità. Chi oggi, soprattutto ai massimi livelli istituzionali, non se ne rende conto, sta ipotecando il nostro futuro».

Un’altra stupidaggine ma la parodia fa d’uopo perché davvero nei fatti di sangue – di cui si sono macchiati dei minori – s’è riscontrata l’emulazione di scene e gergo della serie Gomorra, romanzo di formazione per l’infanzia abbandonata al mito criminale delle ghenghe di quartiere. Ma sarebbe pensiero reversibile. Come quando si dice «la presa per il culo» che diventa «il culo nella presa».

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.