cerca

l'aggressione

Quindicenne linciato dai coetanei a Napoli, è grave

Il questore: "Violenza assurda e immotivata"

Polizia, arrivano i tagli Ma dopo il referendum

Minacciato, strattonato e poi picchiato da una quindicina di adolescenti. È stato aggredito così Gaetano, 15enne di Melito di Napoli. Ieri sera, verso le 18.30, era alla stazione di Chiaiano quando un gruppo di coetanei lo ha avvicinato e malmenato senza motivo. Nel furore delle violenze il minore era assieme a due cugini compagni di studio, che sono però riusciti a scappare e a rifugiarsi in un bar.

Secondo la prima ricostruzione, nessuno sarebbe intervenuto in suo soccorso. Portato in ospedale, il 15enne è stato operato alla milza. "Una violenza inaudita", commenta il questore di Napoli, Antonio De Iesu. La madre dell'adolescente chiede "giustizia". L'episodio avviene a neanche un mese di distanza dallo scorso 18 dicembre quando, in via Foria, un altro ragazzino, Arturo, era stato aggredito da un branco in azione.

"Gli hanno asportato la milza - dice la madre - Questa volta è andata bene, ma poteva andare peggio. Poteva essere un organo vitale". La donna rassicura: "Sta bene, è cosciente. Adesso dorme, ma mi ha chiesto da mangiare". Per il questore De Iesu "la violenza tra giovani non nasce con questo episodio. Di fondo c'è un degrado etico, morale e sociale. Perché, sia chiaro, non è un problema di forze di polizia - sottolinea - Ai danni del 15enne, infatti, non sono stati utilizzati né pistole, né coltelli". Gli investigatori stanno passando al vaglio le telecamere del quartiere. A detta del questore De Iesu, la soluzione del caso sarebbe vicina: "Ci sono elementi che ci possono aiutare a risolvere le indagini. È stato fatto con Arturo, riuscendo a catturare uno dei quattro aggressori. Con molta tenacia ce la faremo anche in questo caso. Siamo moderatamente ottimisti".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Trump "passa" il check up: qualche chilo di troppo ma salute eccellente

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie
Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo