cerca

Quattro ordigni a bordo

Auto carica di esplosivi al porto di Livorno: un arresto

La scoperta della guardia di finanza. Le cariche erano azionabili a distanza

Auto carica di esplosivi al porto di Livorno: un arresto

Una Smart bianca con all'interno dell'esplosivo, contenuto in uno shopper di plastica posto sul sedile del passeggero, è stata trovata dagli uomini della guardia di finanza che stavano effettuando dei controlli antidroga, ieri pomeriggio a Livorno, nei pressi del porto Mediceo. Le cariche esplosive erano quattro, di fattura artigianale, avevano un peso complessivo di oltre 1100 grammi ed erano collegate tra loro con miccia pirotecnica ad accenditori di sicurezza, a propria volta connessi a riceventi elettroniche munite di antenna, per l'attivazione a distanza dei dispositivi singoli con telecomando, anch'esso trovato all'interno dell'auto. Gli artificieri hanno messo in sicurezza l'esplosivo.

Un arresto L'uomo trovato in possesso degli ordigni sequestrati dai finanzieri, un livornese gravato da vari precedenti di polizia, non ha fornito alcuna spiegazione plausibile sul materiale. L'uomo, in serata, è stato arrestato in flagranza per porto abusivo di esplosivi e posto, su disposizione della Procura di Livorno, agli arresti domiciliari. Al momento sono ancora in corso le indagini finalizzate a chiarire i possibili scopi per i quali l'arrestato disponesse del materiale esplosivo e per identificare i canali di approvvigionamento. Da quanto si apprende, non sembrano emergere connessioni tra l'arrestato e gruppi organizzati.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello