cerca

L'ARRESTO A DUBAI

"Che sbruffone! Così Tulliani è finito in carcere"

Parla il giornalista di La7 Daniele Bonistalli: "Tra un film di Totò e uno di 007"

"Che sbruffone! Così Tulliani è finito in carcere"

«Tulliani ha fatto di tutto per farci arrestare. Quando è andato dalla polizia a denunciarci era molto sicuro di sé e dei suoi mezzi». Poi, però, la sua spavalderia gli si è ritorta contro e l’ha punito. E alla fine è stato lui giovedì a finire in cella, dove resterà recluso per due mesi. Daniele Bonistalli è il giornalista di La 7 che ha contribuito indirettamente alla cattura di Giancarlo Tulliani.

Come sono andate le cose?
«Massimo Giletti ha mandato me e un operatore tv a Dubai, sapendo che c’era la possibilità di incontrare Tulliani. E in effetti, dopo 5 giorni che eravamo lì, l’abbiamo rintracciato mentre stava andando in aeroporto con la compagna Federica Papadia. Non è stato quindi un incontro casuale. Lui era tesissimo, già prima che si accorgesse della nostra presenza. Ha controllato che la fidanzata si imbarcasse. È rimasto a guardarla da lontano, anche dopo i controlli della sicurezza».

Avete provato a intervistarlo?
«Abbiamo aspettato che restasse solo. Non volevo che la cosa prendesse una brutta piega. Quando la ragazza è arrivata al gate, ci siamo avvicinati a lui e l’abbiamo intervistato».

Ha risposto alle domande?
«Ha detto qualcosa e poi è andato di corsa (nel senso letterale del termine) al posto di polizia, come mostreremo domenica durante la trasmissione «Non è l’Arena». Lui era agitato perché aveva già avuto...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello