cerca

IN CALABRIA

"Non accettiamo gay e animali", bufera per il b&b omofobo. Parte il boicottaggio del web

"Non accettiamo gay e animali", bufera per il b&b omofobo. Parte il boicottaggio del web

"Mi scusi se posso sembrare troglodita. Non accettiamo gay e animali", ha risposto il titolare di una casa vacanze di Santa Maria, località turistica nei pressi di Tropea, in Calabria, alle richieste di una coppia omosessuale di Napoli che aveva già prenotato la vacanza. Un messaggio che dalla chat su Whatsapp è finito sui siti del mondo Lgbt provocando un'ondata di indignazione. "Quando ho letto questo messaggio mi è cascato un silos di acqua gelata addosso - ha detto all'Arcigay Gennaro, uno dei due ragazzi - Nella mia mente si è materializzata l'immagine drammaticamente famosa dei cartelli nazisti esposti fuori ai negozi, con i quali si proibiva l'ingresso ai cani e agli ebrei. Ma da allora sono passati settanta anni e questa storia non può essere ignorata".

La casa vacanze di Santa Maria dopo poche ore ha cancellato il suo account su Booking.com, il sito dal quale è partita la prenotazione della coppia, e su Tripadvisor sono comparsi post che invitano a boicottare la struttura. 

Sul sito specializzato in iniziative popolari Change.org è comparsa anche una petizione online per invitare a boicottare il bed & breakfast in questione. L'ha lanciata Cathy La Torre, avvocato e attivista Lgbt di Bologna: "Boicottiamola ed invitiamo a farlo", si legge nel testo che ricorda che "il principio di parità di trattamento stabilisce che nessuno può essere trattato meno favorevolmente di altri in ragione della sua origine etnica, provenienza, religione, delle sue convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale". 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • 11:11, 23 Agosto 2017

    eccone un'altro che maltratta i cani e clienti

    QUESTO E' DA DENUNCIA VILLAGGIO "MARCO POLO "A RICADI (CALABRIA) ...vi racconto cio' che vi aspetta! cio' che e' assurdo e' che dopo un anno di lavoro si debba pagare per essere trattato come uno zingaro e fare tanti kilometri per essere presi per i fondelli con pubblicita' ingannevoli sugli alloggi e sulla politica di accettazione degli animali!!! I clienti paganti(in anticipo) vengono trattati come bestie del proprietario che nel migliore dei casi alle vostre lamentele il primo giorno vi da una pacca sulla spalla come a dirti "...dai arrangiati!!!"....ma io ho pagato ,e anche in anticipo! dicono di essere amanti degli animali ma devi tenerteli chiusi nella camera perche altrimenti come e' successo a noi ti si presenta il proprietario con la scorta di rumeni che urlando come un forsennato davanti a tutti insultava me e il mio cane cercando di slegare il cane dal guinzaglio e poi istigando sia il cane che me per far scoppiare una rissa urlando che se non avessi chiuso il cane nella camera ci avrebbe cacciati dal villaggio...parliamo di due famiglie che occupavano due alloggi(ovviamente pagato anticipatamente circa 2600 euro) nella camera tra l'altro, quando chiusa di giorno, facevano 40 gradi anche perche' non esiste ne condizionatore ne ricambio d'aria quindi da denuncia anche per maltrattamento di animali!!!....altroche' gli animali sono i ben venuti

    Rispondi

    Report

  • luigi

    condemi

    15:03, 24 Luglio 2017

    La stupidità omofoba.

    Un vero peccato che , in Italia , gli esercizi commerciali non abbiano compreso il potenziale economico del mondo GL ( gay e lesbiche). Le possibilità di spesa leggermente superiori alle famiglie " tradizionali" , fa del target GL un mercato appetibile. E' giusto che chi non sa fare i propri interessi resti fuori dal mercato.

    Rispondi

    Report

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni