cerca

VERIFICHE DI ASL E CARABINIERI

In Puglia è allarme infezioni infantili

Morta una bimba di sedici mesi, ricoverati altri quattro con la stessa malattia

In Puglia è allarme infezioni infantili

Una bambina di 16 mesi di Altamura è morta dopo due settimane dal ricovero, a causa della Seu, la sindrome emolitico-uremica nell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Si tratta di un'infezione intestinale che colpisce prevalentemente i bambini nei primi anni di vita e gli anziani e si manifesta con diarrea e anche con sangue nelle feci e vomito. La piccola si trovava nel reparto di terapia intensiva in gravissime condizioni.

Un altro bimbo di un anno e mezzo, sempre di Altamura, è ricoverato con la stessa malattia nello stesso ospedale. Le sue condizioni sono gravi ma stazionarie. Anche nel 2013 in Puglia si manifestarono diversi casi ma la situazione rimase sotto controllo. Per contrastarne la diffusione è importante il rispetto delle normali regole di igiene personale e alimentare come lavarsi le mani, pulire accuratamente frutta e verdura, conservare e cuocere correttamente gli alimenti.

Sono quattro i bambini che hanno contratto ad Altamura, in provincia di Bari, la sindrome emolitica uremica (Seu), una infezione intestinale che può portare anche al decesso come è avvenuto ieri a una piccola di 16 mesi della città murgiana ricoverata all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII del capoluogo pugliese. Anche altri due piccoli ricoverati sono di Altamura mentre il quarto è campano ed è ricoverato a Napoli dopo essere transitato nei giorni scorsi dalla città murgiana. L'infezione colpisce prevalentemente i bambini (ma anche gli anziani) e si manifesta con...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello